Il 21 Marzo 1953, si celebrarono le nozze di Angelo Iannuso e Antonina Lucia Giusto, assai gradito ai giovani sposi fu il regalo di un quadretto da capezzale raffigurante il Cuore Immacolato di Maria: dono di nozze di una loro cognata, sotto lo sguardo della Mamma del Cielo ha inizio in Via degli Orti di S. Giorgio n. 11, la vita della nuova famiglia sostentata da un duro lavoro quotidiano, ben presto confortata dalla speranza di avere una creaturina, frutto di un sincero amore. Ma si presentava intanto per Antonina una gravidanza difficile, tanto che talvolta le offuscava la vista. Nella notte che va dal 28 Agosto al 29 Agosto Antonietta si sentì male... Verso le 3 perdette completamente la vista; fino alle ore 8,30 circa non ci vedeva affatto. Durante uno degli attacchi convulsivi ritrovò la vista.. Aprendo gli occhi, intanto, vide che la Madonna del suo capezzale piangeva,la Madonna piangeva, versava dagli occhi lacrime vere. In quella mattinata del sabato 29 Agosto 1953 la Madonnina ha versato lacrime sei o sette volte.

 Il Santuario  

Il Santuario della Madonna delle Lacrime è stato eretto a ricordo della miracolosa lacrimazione, l'evento miracoloso si ripeté dal 29 agosto al 1º settembre 1953  nella generale commozione di un'immensa moltitudine di fedeli, in casa dei coniugi Iannuso. Raccolte le lacrime furono sottoposte a ogni tipo di analisi scientifica e risultarono autentico liquido lacrimale. La devozione che ne è seguita è stata di enormi proporzioni. La piccola effigie della Madonna delle Lacrime, prima provvisoriamente ricoverata nella vicina piazza Euripide, meritava giusto ricovero all'interno del Santuario. L'opera fu progettata nel 1957 dagli architetti francesi Michel Andrault  e Pierre Parat a seguito di un bando di concorso internazionale. La costruzione ebbe inizio nel 1966 dopo aver verificato la presenza di reperti archeologici sul terreno. Venne ritrovata un'area abitativa del VI secolo a.C. e portato alla luce un pezzo di strada.  La costruzione fu completata dopo circa 28 anni ed il santuario venne inaugurato il 6 novembre 1994 da Giovanni Paolo II.Il santuario è costituito dalla cripta e dal tempio superiore, con un corpo conico formato da costoloni in cemento armato che raggiungono un'altezza complessiva di 74 m, sormontati da un coronamento in acciaio di 20 metri di altezza che porta una statua della Madonna in bronzo dorato, opera di Francesco Caldarella, circondata da un'aureola ad elementi circolari e raggiera. Nel tempio superiore vi è l'altare centrale che custodisce il prodigioso quadretto.

Lateralmente vi sono le cappelle: (da destra) Cappella della Sacra sindone (Riproduzione), San Giuseppe e Santa Lucia.

A sinistra: Santassimo Sacramento, Altare della Carità e infine la cappella di San Pio da Pietralcina

 

 

 

 

 

 Quadro in gesso

 Madonna delle  Lacrime